Home Chi sono Scambio Banner Feeds Aggiungi ai preferiti

Sesso con animali: denunciate 23 prostitute tra Milano, Aosta, Trieste, Roma, Asti e Firenze

galline

La pratica del sesso con animali non è certo cosa nuova, così come non lo è la prostituzione a domicilio. Quello che sembra piuttosto inusuale, invece, è che queste due pratiche si uniscano in un nuovo, se così si può dire, filone.

E’ quello che hanno scoperto all’Aidaa, Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente, dopo che due pentiti della pratica sessuale con animali hanno denunciato che da qualche tempo sono sorti degli annunci di prostitute che offrivano le loro prestazioni includendo l’uso e l’abuso di animali domestici, come cani di piccola e grossa taglia o galline.

Grazie a questi due pentiti il presidente nazionale dell’Aidaa, Lorenzo Croce, ha identificato ventitré prostitute nel centro-nord Italia ed ha già inviato altrettante denunce alle rispettive procure, quelle di Milano, Aosta, Trieste, Roma, Asti e Firenze.

Una volta contrattato il prezzo le squillo (con animale al seguito) raggiungevano il cliente nella sua abitazione dove si consumava oltre alla prestazione erotica anche la violenza sull’animale. I prezzi della prestazione variano dai 200 ai 500 euro per una prestazione singola, mentre si arriva a 3.000 euro a notte (comprensivo di pappa per il cane, come si legge in un annuncio).

La denuncia è per maltrattamento di animali a scopo di abuso sessuale, punibile con fino ad 1 anno di reclusione o con il pagamento di una multa che va da 3.000 a 15mila euro.

fonte: CRIME blog.it

Nessun commento:

Posta un commento